zoom_in
5,30 €
Tasse incluse

Robbia Phitofilos

Valutazione  

INCI: Rubia Cordifolia Root Powder.

Nuance: rosa/viola.

Quantità: confezione da 75 g in busta d'alluminio.

block Non disponibile

 

 

 

Unisciti al nostro gruppo Facebook

La Robbia o garanza è una delle più importanti piante tintorie. Conosciuta fin dall’antichità, ha trovato impiego quale materia prima colorante con tutta probabilità in sostituzione della porpora. Con il nome robbia si indicano le piante del genere Rubia, della famiglia delle Rubiaceae. La parte attiva è la radice che contiene alcuni pigmenti di natura antrachinonica, come l’alizarina (pigmento principale), la rubiadina, la purpurina, etc. Nella tradizione della medicina Ayurvedica alla robbia (detta Manjistha) vengono attribuite proprietà antinfiammatorie, favorendo la guarigione dei tessuti cutanei alterati da infezioni varie. Viene utilizzata anche per la schiaritura delle macchie cutanee. Nell’uso cosmetico decorativo, la polvere di questa radice è oggi usata per la colorazione dei capelli. La rubia cordifolia ha un colore rosato/violaceo per la maggior presenza di purpurina.

MODO D’USO

Come per la preparazione di tutte le erbe riflessanti, si mescola la dose necessaria di polvere con acqua calda, fino ad ottenere una pastella della consistenza di una crema morbida ed omogenea. Lasciare ossidare circa 30 minuti e passare all’applicazione su testa appena umida dopo una leggera detergenza del capello. Rispetto alla polvere di lawsonia (henné rosso), la robbia ha un potere riflessante notevolmente inferiore e proprio per questo motivo il suo utilizzo la vede quasi sempre abbinata in miscela con altre polveri tintorie. Per la sua particolarità di accentuare le tonalità fredde del rosso, se aggiunta alla lawsonia ne intensifica il colore facendolo virare verso tonalità ciliegia. In miscela con curcuma o rabarbaro porta invece verso sfumature albicocca.

N.B. Per 100 g di polvere la quantità di acqua raccomandata è di circa 550/590 ml*. Si consiglia l'utilizzo del Gel Pastellante (25 ml).

*La quantità di acqua va sempre valutata di volta in volta e cambia in base alla temperatura esterna, al lotto del prodotto, al tempo che intercorre tra preparazione e applicazione e ad eventuali aggiunte in pastella (es. yogurt, gel, limone, aceto, etc.).

Commenti Nessun cliente per il momento.

Potrebbe Interessarti...